giovedì 27 marzo 2014

COSÌ NON È STATO


… <<Nelle antiche scritture era scritto che il Messia che stava per venire (ognuno di noi è un potenziale Messia se si risveglia dal sonno dell’inconsapevolezza n.d.r.) sarebbe stato battezzato da un uomo di nome Giovanni, che battezzava la gente nei pressi del fiume Giordano. Si trattava di una profezia molto antica. Gesù disse: “Lascia che accada – come è scritto nei testi sacri”. Cercò in tutti i modi di diventare parte della tradizione, così che la rivoluzione interiore che cercava di trasmettere non si perdesse nel “deserto” della ragione. Tuttavia accadde; malgrado tutto, quella rivoluzione non avvenne, si perse nel deserto delle trame politico-religiose …

LA RIVOLUZIONE INTERIORE

… e questo perché cercare d’introdurre una rivoluzione di tale portata è, praticamente, chiedere l’impossibile all’umana mente … La mente umana si aggrappa al vecchio. Ecco perché Gesù sta dicendo: “Lascia che accada”. Per favore, battezzami, in modo che io non sembri uno straniero ed un intruso; in modo che diventi parte della tradizione e dall’interno possa operare verso l’esterno; dall’interno possa creare quella immensa rivoluzione … ma così non è stato

… <<Egli cercò in tutti i modi
di diventare parte della tradizione>>
ma inutilmente
e così fu ucciso dalla “ragione”
dell’umana mente …

Per questo, ora, dall’esterno,
IO cerco di provocare
in Te che sei pronta (cara anima)
quella stessa interiore rivoluzione
(ascensione, illuminazione o resurrezione)
che attraverso la connessione
col Suo immenso cuore
possa farti vivere beatamente
nell’Amore!


… Gesù ci provò, ma fu impossibile; egli era ebreo e tale rimase per tutta la sua breve vita. Buddha ci provò, ma fu impossibile; Buddha rimase un hindu per tutta la vita – loro volevano soltanto creare una rivoluzione nelle tradizioni … ed invece nacquero le nuove religioni …

UNA CHIESA ANTICA

… Ho sentito un aneddoto. C’era una chiesa antichissima – molto antica, molto bella, consacrata dalla tradizione … ma praticamente in rovina. C’era il pericolo che crollasse da un momento all’altro. I devoti avevano smesso di andarci … ad ogni istante poteva crollare. Perfino coloro che se ne prendevano cura, non s’incontravano mai nella chiesa, ma altrove, per decidere il da farsi. Tutti erano riluttanti a distruggerla. Chiesero ad architetti molto validi, ma tutti dissero che l’edificio era troppo pericoloso, non poteva essere riparato. Doveva essere distrutto e si doveva costruire una nuova chiesa … Riluttanti … nessuno voleva abbatterla: era antichissima, aveva una lunga tradizione, era diventata parte del loro essere: distruggerla dava loro la sensazione di distruggere se stessi … Chiamarono quindi a raccolta la congregazione, e misero ai voti tre proposte. Le proposte erano bellissime. La prima: la vecchia chiesa doveva essere distrutta ed una nuova doveva essere costruita – fu votata all’unanimità. La seconda: fino a quando la nuova chiesa non fosse stata pronta, la congregazione avrebbe continuato a pregare nella vecchia – fu votata all’unanimità. E la terza proposta: la nuova chiesa sarebbe stata costruita esattamente nello stesso luogo in cui sorgeva la vecchia … e con le pietre della vecchia chiesa! – fu votata all’unanimità. Ecco come funziona la mente tradizionale. Continua ad aggrapparsi … anche se diventa una cosa contraddittoria, continua ad aggrapparsi. Evita di vedere la contraddizione. Evita di vedere che la morte è già giunta, evita di vedere che il corpo non è più vivo … è un cadavere che puzza, in putrefazione.>> … (pagina 90 – numero legato ad un vecchio proverbio)

(Titolo originale “Come Follow Yourself, vol. 1 by Osho ©  1984 Osho International Foundation)
Edito in Italia da © 2006 Il Minotauro srl ISBN 88-8073-144-0 (pag. 89-90)

La mia interpretazione?
Giovanni rappresenta la mente, il sapere tramandato
Gesù il cuore che per troppo tempo è stato soffocato
dalla fusione delle due correnti di pensiero (la dualità), l’equilibrio è nato …
(il volo della colomba lo ha dimostrato)
… quello che oggi, da Me, viene professato …


… <<Chi ha ragione? Nessuno, tutti!>> …

mercoledì 26 marzo 2014

TRASCENDENZA



Le religioni
ne hanno parlato a sufficienza
ma non si sa perché
del messaggio originale
via, via …
s’è perduta la Vera Essenza

Un simbolo, quello del “Tao
che racchiude in se la stessa Verità,
che nel cristianesimo
è espressa con il nome di “Trinità

l’Unione avviene in entrambe
(Padre e Figlio per la cristianità)
da cui scaturisce l’equilibrio
che consente di superare istantaneamente


LO SPIRITO SANTO

… <<Lo Spirito Santo è semplicemente il simbolo dell’equilibrio. Nel cristianesimo esiste il concetto del tre, in quanto “Trinità”. Dio, il padre; Cristo, il figlio – ed esse sono due polarità: il padre ed il figlio. Qualcosa deve bilanciarle, ed ecco lo “Spirito Santo. Non è il figlio né il padre, è solo il puro Spirito che si trova tra i due – l’equilibrio. Si tratta di termini simbolici: lo Spirito Santo non è un essere che esiste da qualche parte. Lo Spirito Santo è musica, l’armonia tra la dualità. Qualcosa di assolutamente sconosciuto>> … di cui occorre fare l’esperienza … in modo da comprendere appieno il significato di trascendenza

(Titolo originale “Come Follow Yourself, vol. 1 by Osho ©  1984 Osho International Foundation)

Edito in Italia da © 2006 Il Minotauro srl ISBN 88-8073-144-0 (pag. 86-87)

martedì 25 marzo 2014

LO SCIENZIATO ED IL RELIGIOSO


L’Amore rende tutti umili
e non segue una logica,
perfino uno scienziato,
un giorno,
potrebbe innamorarsi di una donna

In quell’istante, sicuramente,
tutta la scienza scomparirebbe …
(come potrebbe argomentare quel sentimento attraverso la ragione?)
… egli inizierebbe perciò a credere all’impossibile
pur non avendo mai neanche ipotizzato
che potesse esistere una simile emozione

Si perché …
.. se una cosa “impossibile” da dimostrare
(come l’Amore)
diventa possibile
(… e tutti l’hanno nel cuore …)
allora si apre una nuova possibilità,
una nuova concezione,
dove nulla diventa impossibile
e la Verità (cioè Dio)
potrebbe non essere
quella narrata dalla religione
ma forse, perché no … (?)
quella che racconto IO!

Qualsiasi scienziato … <<orgoglioso della sua logica, delle sue argomentazioni, della sua scienza – dopo essersi innamorato dovrà ammettere che: “Accade, ma se mi chiedete perché, in quanto scienziato, non posso dirvi perché, né darvi alcuna garanzia … ma in quanto uomo posso dirvi che accade”. Chiunque, dopo averlo sperimentato dovrà ammettere che: “Se l’amore esiste, allora anche Dio potrebbe esistere. Se un fatto impossibile diventa possibile, perché non l’altro?”. E così potrà trasformarsi in un uomo umile e religioso>> ... 

(Titolo originale “Come Follow Yourself, vol. 1 by Osho ©  1984 Osho International Foundation)
Edito in Italia da © 2006 Il Minotauro srl ISBN 88-8073-144-0 (pag. 66)

lunedì 24 marzo 2014

TU SEI ETERNO

Lo sai
lo afferma, giustamente,
qualsiasi religione
Tu sei eterno
al di là della ragione

ed ora che l’hai compreso
gioiscine apertamente
donando gioiosamente
questa grande emozione,
siine, dunque …

IL TESTIMONE

… <<”L’essere testimone, la consapevolezza, la meditazione … all’improvviso sembrano essere remote e sterili, idee da adulti di fronte all’inondazione di adorazione selvaggia e infantile che mi riempie, mentre ti ascolto parlare.  Il mio sé adulto dice: “Stai attento, non indulgere in un sentimentalismo languido e sonnacchioso – tutto questo non è altro che mente, il tuo condizionamento infantile …”. Tuttavia, l’anelito impulsivo di un bambino di sette anni mi spinge a tirar fuori la lingua a quel ventottenne ricercatore spirituale tutto serio. Qual è il mio sé reale?” …

… Nessuno dei due – bensì colui che osserva entrambi, colui che ha posto la domanda. Tu non sei un bambino di sette anni, né un vecchio di settanta. Per ciò che ti riguarda, la vecchiaia è irrilevante, l’età non ti appartiene. Tu sei eterno – né bambino, né giovane, né vecchio.  Torna sempre al testimone, scendi sempre in profondità nell’essere testimone. Non permettere mai a nessun’altra identificazione di sedimentare in te: vuoi del bambino, vuoi dell’adulto. Mai! Tutte le identificazioni sono vincoli, limiti, legami. La libertà totale non si trova nell’identificazione: la libertà totale dimora nella non-identificazione con ogni e qualsiasi cosa. Un giorno, quando tutte le identificazioni saranno spazzate e saranno cadute – come abiti che cadono – se sarai assolutamente nudo nella tua libertà … allora conoscerai chi sei. Voi siete dei in esilio. Solo diventando testimoni ricorderete chi siete. Allora ogni infelicità scomparirà, ogni povertà svanirà. Voi siete il Regno di Dio in quanto tale!>> … 

(Titolo originale “Come Follow Yourself, vol. 1 by Osho ©  1984 Osho International Foundation)
Edito in Italia da © 2006 Il Minotauro srl ISBN 88-8073-144-0 (pag. 70- 71, stralcio)

TORNATE


No,
non sto parlando
alla comune gente,
per niente!

Quella, poverina,
è ancora persa
nell’immanente
anche se in parte
riesce comunque
a vivere serenamente

Sto parlando, chiaramente,
con trasporto ed emozione,
a Voi
che affermate di credere,
 profondamente, nel trascendente …

Voi che ancora v’ostinate
ad “appartenere”
ad una religione
ora, nel presente,
e conoscerete
finalmente


UNA RELIGIONE

… <<Torna al volto originario, torna alla tua Essenza più intima. Pentirsi è tornare … è uno dei rivolgimenti spirituali più grandi. Questo è ciò che Gesù intende per “conversione”. Un hindu può diventare mussulmano, un mussulmano può diventare cristiano, un cristiano può diventare hindu – quella non è conversione. Di nuovo si tratta di un cambiamento di maschere. Quando un cristiano diventa religioso, un hindu diventa religioso, un mussulmano diventa religioso, allora si tratta di conversione. Non significa spostarsi da una religione all’altra, poiché nel mondo non esistono tante religioni. Non possono essercene tante, la religione è una sola. La religiosità è una qualità; non ha nulla a che vedere con le sette, le dottrine ed i dogmi, né con le chiese ed i templi e le moschee. Se ti trovi in una moschea e diventi religioso … non sarai più un mussulmano; diventerai semplicemente un puro essere che non ha alcun aggettivo aggiunto. Se preghi in un tempio, il tempio scompare: non sei più un hindu, sei diventato religioso. Questa è la conversione.>>…

(Titolo originale “Come Follow Yourself, vol. 1 by Osho ©  1984 Osho International Foundation)
Edito in Italia da © 2006 Il Minotauro srl ISBN 88-8073-144-0 (pag. 80-82, stralcio)

domenica 23 marzo 2014

SUOR CRISTINA

sì,
con trasporto
ma cantate, anche,
con emozione,
come fa suor Cristina
la quale,
dopo una sola esibizione …

… sul palco di “The Voice IT”


come la “suora Orsolina”
che ha inventato
un nuovo modo
di far religione

Lei,
la dolcissima “signorina”,
tra il tripudio di tanta gente,
ha dichiarato tranquillamente …
<<Ho un dono, ve lo dono!>>

Ed IO,
smarrito come la giuria,
ho pensato al suo Dio
il quale avrà apprezzato sicuramente
la meravigliosa performance

ricca di candida energia